Visualizzazione post con etichetta Reiki. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Reiki. Mostra tutti i post

REIKI Trattamenti a distanza



REIKI 
Trattamenti a distanza


Attraverso il trattamento a distanza l’operatore Reiki di 2° livello è in grado, usando dei simboli e l'intenzione, di inviare l’energia del Reiki a persone e luoghi fisicamente lontani; questa tecnica permette quanto basta di effettuare un trattamento non proprio della stessa efficacia e intensità dei trattamenti a contatto.

Le prime domande che vengono all'operatore di secondo livello Reiki sono:

è giusto richiedere l’autorizzazione prima di effettuare un trattamento a distanza?

Quando fare un trattamento a distanza?

Questo è stato sempre uno dei punti più controversi negli insegnamenti del secondo livello.

Il primo pensiero parte dal presupposto che ci deve essere la libertà di scelta dell’individuo, in qualsiasi circostanza:

Quindi se non abbiamo informato esplicitamente la persona che le invieremo Reiki a distanza violiamo implicitamente la sua libertà di scegliere, ci si propone al disopra della persona.

Il secondo pensiero parte da un altro presupposto:

L’Energia Reiki è un’energia divina e intelligente, non è quindi necessario richiedere alcuna autorizzazione alla persona da trattare in quanto sarà l’energia stessa a scegliere se aiutare o meno quella persona.
In altre parole in questo caso, viene fatto credere che dopo gli insegnamenti del secondo livello Reiki si diventa Santi, monaci, e spostano la tecnica del Reiki in una disciplina religiosa.. Divina! “Il Reiki è Amore” “Luce Divina” ( ed anche per questo, che in Italia il Reiki non viene preso seriamente, avendo gravi problemi nell'essere inserito nelle strutture sanitarie); quindi il tutto si demanda all'energia, al Divino, all'Amore Universale, cosi l’operatore effettuerà il trattamento nell'egocentrismo di essere il Sacerdote Divino!
In questa maniera la sua coscienza sarà tranquilla di non aver leso la libertà di scelta dell’individuo.

Mi rendo conto che sto entrando in un campo minato, e che le quattro righe di questo articolo non hanno sicuramente l’obiettivo o la presunzione di dare una risposta a un tema che ha implicazioni filosofiche e spirituali enormi. Mi sembra comunque importante sottolineare che le tesi che hanno forza argomentativa di carattere etico-spirituale andrebbero portate al di fuori dai percorsi dei trattamenti stessi. Ritengo che andrebbe spiegato meglio che cos'è un Percorso Spirituale, non si diventa un tramite Divino, o sacerdote dopo l'Attivazione Reiki di due week end, ogni persona che dovesse decidere di continuare il percoso del Reiki (con il secondo, il terzo livello..) dovrebbe poi fare un percoso di conoscenza del Sé.
Personalmente preferisco guidare i miei allievi, anche dopo l'attivazione, con dei percorsi mirati sia lavorando sul corpo che sull'energia, e sappiamo benissimo che uno non esclude l'altro.  (per info sui miei percorsi)
Per il momento lasciamo perdere, l'aspetto etico-spirituale e riportiamo il Reiki come una disciplina olistica, sull'oggettività dei trattamenti (come fu insegnato da MikaoUsui, con le imposizioni delle mani).

Quando dobbiamo preferire il trattamento a distanza?

Rispondere a questa domanda è quindi abbastanza semplice, ci viene in aiuto il buon senso:
Dovremmo preferire il trattamento a distanza in tutti i casi in cui la persona da trattare non può recarsi da noi per ricevere un trattamento, oppure quando le distanze fisiche impediscono di mantenere una regolarità nei trattamenti.
Se è possibile, è bene, che il ricevente del trattamento a distanza sia informato, in quanto sarebbe opportuno che durante il trattamento anche lui adotti una condizione ideale e ricettiva. Infatti anche a distanza come a contatto chi riceve è bene che si posizioni sul letto, rilassandosi, in modo che la persona faccia anche lui la sua parte consapevolmente.


Oggi 15 agosto, compleanno del fondatore della Usui Reiki Ryoho, Mikao Usui



Oggi 15 agosto, compleanno del fondatore della Usui Reiki Ryoho, Mikao Usui.

Offriamo preghiere, pensieri, e immensa gratitudine a Usui Sensei per la sua generosità nel condividere il meraviglioso dono del REIKI a beneficio di tutta l'umanità.
Gassho !!! O´Sensei Usu

Giuseppe Boccia


Nel Tempio Saihoji che si trova nel Distretto Suginami di Tokyo esiste un monumento commemorativo di Usui Sensei clicca qui
La mia esperienza alla visita alla tomba di Mikao Usui di Giuseppe Boccia clicca qui

Posizioni trattamento reiki

nome-immagine




Clicca sull'immagine per vedere il video

***BUONA VISIONE***





nome-immagine

La favola di Mikao Usui


LA MIA INTRODUZIONE:
Ogni cosa che leggiamo o ci viene tramandata non va presa come oro colato, ci vuole discernimento.
Il mito di Mikao Usui introdotto e fatto legge,  andrebbe preso per quello che è !
Alcuni esempi: il collegio maschile cristiano in più occasioni ha smentito ufficialmente che Mikao Usui è stato un docente presso di loro, sono state fatte ulteriori ricerche e non risulta neanche come studente, o che abbia preso una laurea in altri Istituti. Anche sulla sua religione visto che proviene da una famiglia di tradizione buddista, e la sua tomba ha scritture buddiste (se vuoi leggere la mia esperienza quando ho visitato la tomba di Mikao Usui clicca qui) per questo motivo sprono chi legge questa favola ad usare il suo libero arbitrio e non quello del mito che viene tramandato

Un’altra informazione interessante che vorrei darvi è che non si hanno molte testimonianze certe sulla sua vita fuori dal Giappone, poiché prima quando si emigrava era consuetudine adattare il proprio nome alla pronuncia della nazione.

Una notizia confermata è che ha studiato per un periodo in Cina, presso la facoltà di medicina, questo lo sappiamo grazie a due colleghi di facoltà, tuttavia senza completare gli studi.
Avendo studiato la pratica delle mani (tecniche della medicina tibetana) e avendo appreso lì le posizioni delle mani, probabilmente nei periodi che Usui stava nei monasteri, anche lui ha studiato queste tecniche antiche di 1500 anni che all’epoca erano segrete ed esclusive solo per i monaci poi sono state piano piano divulgate.  Tuttavia dobbiamo a lui la posizione delle mani sui chakra dei trattamenti Reiki, che essendo i campi magnetici vitali dell’uomo lui ha sfruttato questo per far guarire prima le persone. I simboli sappiamo che sono conoscenze antiche e che lui con i suoi studi ha riportato in luce.
BUONA LETTURA!!
Master Reiki Giuseppe Boccia     
..(^_^)..
..._/l\_... 
иѦmѦŝŦє

                                           La favola di Mikao Usui

Così Hawayo Takata narrava ai suoi studenti:

Reiki Hawayo Takata

Hawayo Takata nacque il 24 dicembre 1900, sull’isola di Kavai, nelle Hawaii. 

Si sposò e diede alla luce due bambini, disgraziatamente rimase vedova molto giovane, nel 1930, a soli 30 anni. Hawayo fu costretta ad allevare i figli da sola, lavorando faticosamente nelle piantagioni di canna da zucchero per poterli mantenere. La vita di questa donna fu molto dura, piena di sacrifici e dopo cinque anni fu colpita da una malattia polmonare, da dolori addominali, ed ebbe anche un esaurimento nervoso.
Per curarsi, inizialmente, si recò in un ospedale normale, poi decise di tentare un approccio diverso: si recò in Giappone ed iniziò a frequentare la clinica Reiki di Hayashi, dove riceveva parecchi trattamenti al giorno.

Per arrivare al risveglio, non è necessario null'altro che la nostra vita



Cosa fare?


In qualsiasi momento, ricordiamoci di ricondurre la nostra attenzione entro i confini dell’istante presente, distaccandola dalla Mente di Superficie. 
In qualsiasi momento e per qualsiasi azione stiamo facendo. 
Ricordiamoci di essere vivi, presenti. 
Ricordiamoci di noi stessi. 
Iniziamo a concederci l’intera nostra attenzione all'azione che stiamo facendo. 
Nel mentre, raccogliamo informazioni sull'ambiente e su noi stessi con i nostri sensi. 


Quale è la nostra postura ?


Come respiriamo ? 


Stiamo agendo tranquillamente, o percepiamo interiormente una sensazione di disagio ? 

Cosa ci dice il corpo ? 
E il luogo in cui siamo ?


IL PRIMO ESERCIZIO è IL RADICAMENTO


La connessione a Madre Terra è la base, è la natura che insegna, è da lei che possiamo apprendere ogni cosa serva al nostro cammino spirituale. Siamo su questa Terra per un motivo ben preciso, sia che ne siamo consapevoli o meno resta un dato di fatto e, il radicamento serve per tutto, è qui il punto da cui si parte.
Qualsiasi tecnica vogliate praticare se non c’è un saldo radicamento ed uno scambio energetico con l’Essere Spirituale Terra non vi darà i risultati che promette!

"Vivere nel mondo di oggi, circondato da una marea di distrazioni, oltre a tutti i pensieri che la nostra mente crea, che ci ritornano verso il nostro fisico, come quando ci specchiamo!!; restare a terra in "Radicamento" può sembrare un lavoro a tempo pieno!!!
Per questo ogni giorno vi incoraggio ancora e ancora di imparare le abitudini del"Radicamento"
Semplicemente anche per questo ho intrapreso la strada dell'insegnamento reiki...
Radicarci energeticamente allo stesso modo di un albero che approfondisce le sue radici nel terreno, solo cosi potrà crescere e andare verso il cielo!! "


Eseguire il Radicamento :


Trovate dei momenti della giornata in cui siete sicuri che nessuno vi disturbi.


  1. Mettetti in piedi come un albero (in uno stato di coscienza avanzata è possibile fare il Radicamento seduti)





  2. Inizia raddrizzando la schiena, allargate un po le gambe finché le ginocchia siano parallele alle spalle. 
    Percepisci le piante dei piedi ben appoggiate a terra, fletti le ginocchia, concentra tutta la tua attenzione su tre punti, sotto l'alluce, sotto l'ultimo dito del piede, sotto il tallone.


     



     Sposta il bacino, mettendo il perineo in perpendicolare al pavimentoraddrizza la schiena e riaggiusta il bacino, rilassa le spalle.

    Chiudi gli occhi e respira.

    Una volta trovata la postura corretta "radicamento" passate alla meditazione successiva :

    La visualizzazione

    In questo caso per visualizzazione non si intende solo il “vedere” con gli occhi della mente ma, un” sentire” più  ampio che coinvolge tutti i nostri 5 sensi, ad esempio:
    se ” visualizzo” un fiore, non lo vedo solamente, non mi soffermo solo sulla forma e sui colori ma cerco di avvertirne il profumo, di sentirlo tra le dita …
    Quanto sono soffici i petali, le foglie, la consistenza del gambo, ecc.
    Si tratta di attivare una memoria sensoriale.
    All'inizio può sembrare difficile ma se ci si concentra veramente in quel che si sta facendo, se c’è la presenza totale, nel qui e ora, si riesce a fare tutto in modo fluido, con un po’ di esercizio diverrà facile e naturale.Chiudete gli occhi ed immaginate delle radici che scendono lentamente lungo le vostre gambe e poi escono dai vostri piedi. Iniziano a crescere delle radici che lentamente si insinuano nelle crepe del suolo (o del cemento se vi trovate in una stanza) e da li giù’ che scendono verso il cuore della terra. Immaginatele, sentitele, come vostre che passano attraverso i diversi strati della terra, alcuni più’ duri, altri più’ soffici, visualizzate i vari strati geologici e tutto ciò che si potrebbe incontrare inoltrandosi nelle profondità del terreno, radici, sassi, via così fino ad avvicinarsi al nucleo del pianeta, sentite il calore che mano a mano si fa più’ forte, sentite il cuore del pianeta che vi attrae come una calamita, avvertite come l’energia si fa sempre più’ intensa.
    Giunti vicini al magma piantate lì le vostre radici, c’è senz'altro qualcosa a cui appigliarle, un masso, una roccia a appuntita…


    • iniziate a nutrirvi, ad abbeverarvi a quell'energia fluida, rossa come lava che lentamente attraverso le vostre radici risale, visualizzatela passare attraverso le radici, come sangue attraverso delle vene. Sentitela nei piedi, che sono ora dorati  e caldi, sentite il calore, sentitelo salire su per le gambe e arrivare al bacino e poi  su per l’addome e poi su nel petto, da dove si dirama nelle braccia, sentitelo in ogni singolo dito delle vostre mani e da li fluire verso il vostro collo e nella testa.
    • Tutto il vostro corpo è rosso-dorato pervaso dalla forza del cuore della  terra che vi nutre e vi riscalda, vi rigenera e vi dà nuova forza. Sentite dentro di voi la lava che scorre nel vostro sangue, che penetra nei vostri tessuti, attraverso ogni singolo capillare, giunge ai vostri organi e li irrora, rigenerandoli e fortificandoli e li ringiovanisce.
    • Adesso volgete il vostro pensiero al cielo. Immaginatelo in una limpida  serata, illuminato da migliaia di stelle, per nulla offuscate dal bagliore di una splendida luna piena. Visualizzate tutto nei minimi dettagli, sentite la loro energia, cosi leggera e fresca, completamente diversa da quella della terra da cui ora siete pervasi e sentite come il vostro corpo la desidera, come si tende verso di essa.
    • I vostri capelli, come prima le vostre dita si allungano all'infinito, fino al cielo, fino alle stelle. Sentiteli sulla vostra testa muoversi e tendersi, sentiteli crescere e osservateli nella loro salita verso l’alto, attraversate con loro le nuvole, sentiteli agitarsi nel vento, osservateli allontanarsi dalla terra che vedete ora distante, come un globo celeste, sempre di più’ fino a toccare le stelle. Sentite la loro energia, vivida, di luce, frizzante, chiamatela a voi, nel vostro corpo, immaginate il bagliore, la purezza, la dolcezza della sua energia e sentite che scorre dentro di voi.
    • I vostri capelli sono ora altrettante piccole radici che attingono a questi astri e come prima, visualizzate la loro energia, bianca -argentea, luminosa riscendere a voi, sentitela entrare dolcemente nella testa dal 7° chakra, irrorarvi il viso, le spalle, il torace, le braccia, giù’ fino ai piedi.
    • Godetevi la freschezza, l’enorme senso di rilassamento che vi pervade, la pace, la serenità’ che prelude alla guarigione, sentitela scorrere nelle vostre vene e sanare il vostro corpo, caricarlo, come prima avete fatto con l’energia della terra.
    • Visualizzatevi nella posizione di radicamento, vedete tutto nell'insieme, le radici che dai vostri piedi continuano ad attingere dal cuore della terra e i vostri capelli che attingono alle stelle, osservate le due energie opposte e complementari che affluiscono in voi, ruotano nel vostro corpo e convergono sul vostro plesso solare, appena sopra l’ombelico. Li’ inizia a crearsi una piccola sfera dorata, è l’energia che il vostro corpo sta caricando, osservatela crescere mano a mano che si accumula, diventa sempre più’ grande, sentitene la potenza sempre più’ crescente.
    • Quando sentite che la sfera si è caricata al massimo, fatela esplodere e sentite la sua, la vostra energia che inonda il vostro corpo, avvertitela come un’onda che vi travolge da dentro e si espande all'infinito fuori di voi, sentite il vostro corpo, percepitelo,  senza più’ limiti fisici, siete ovunque, ovunque arrivi la vostra energia, ovunque vogliate.
    • In ultimo, quando sentite che è giunto il momento, ritirate le radici, ritirate i capelli e tornate dolcemente in voi stessi, visualizzatevi un ultima volta, rilassati, con gli occhi chiusi, vedete attorno a voi la vostra aura brillare, sentitela crepitare come una fiamma e datele il colore che più’ vi piace.


    Effetti

Dopo il radicamento, le vostre percezioni, i vostri sensi sottili saranno potenziati, la vostra mente rilassata vi avvicinerà al pianeta e vi renderà aperti a ricevere messaggi, visioni e più pronti alla concentrazione e alle meditazioni preferite. Il vostro corpo ha messo radici, nella terra e nel cielo, si nutre, traendo da essi le due principali energie di cui ha bisogno per essere in completo equilibrio ed in connessione con l’Universo.



Master Giuseppe Boccia







CORSO REIKI USUI - primo livello sabato 21 dicembre e domenica 22 dicembre


Quando:
sabato 21 dicembre ore 10.00 – 18.00 e domenica 22 dicembre ore 10.00 – 18.00 

Dove: a Roma, in via Apuania, 13 – zona piazza Bologna

Contatti: Master Reiki Guiseppe Boccia
Cell. : 329.38.42.369
E.mail : bocciapino@libero.it



Il corso è a numero chiuso ed è quindi necessaria la prenotazione in tempi utili

Conduzione di:
ૐ MASTER Reiki Giuseppe Boccia ૐ

Livelli e stili Reiki:

Master Reiki "USUI REIKI"
(Formazione : Italia, Stati Uniti d'America)

Master Reiki "KARUNA® REIKI"
(Formazione : Stati Uniti d'America)

Master Reiki "Tibetan Reiki Style"
(Formazione : Presso Monasteri Tibetani in : Europa, Stati Uniti d'America, Cina)

Diksha Givers
autorizzato al trasferimento della Diksha d'Illuminazione dall Oneness University in India.

Durante il Corso di Primo Livello Reiki si conosce e riconosce l’energia reiki, si impara a lavorare sul corpo, proprio e degli altri, attraverso trattamenti mirati al benessere fisico e all’armonizzazione energetica.
Anche se il primo livello reiki si concentra sul trattamento del corpo, l’energia fluisce dove serve, agendo prima di tutto sui sintomi acuti. Quindi, ad effetto osmosi, essa può lavorare sul piano mentale ed emozionale.
Il partecipante al corso avrà quattro attivazioni/armonizzazioni reiki e lavorerà sulla centratura e l’allineamento/equilibrio dei chakra.

ACQUA DIAMANTE Un'Acqua intelligente della 5 dimensione



Acqua Diamante


COS'È L'Acqua Diamante

"L'Acqua Diamante fa parte di un piano per risvegliare la nostra Coscienza. Mi hanno sollecitato a rendere liberamente accessibile l’Acqua come un'offerta d'amore: questo compenserà i vostri propri sforzi di comprendere voi stessi e che cosa lo specchio della vita ha in serbo per voi".
Joël Ducatillon

L'Acqua Diamante viene condivisa e distribuita gratuitamente.

È riproducibile a volontà.

Si tratta di un'acqua la cui coscienza è quella della quinta dimensione, con l'aggiunta di alcuni codici della sesta e settima dimensione.
Le memorie del subconscio che si ripercuotono nella vita quotidiana sotto forma di blocchi e disarmonie, si trasformano, si alleggeriscono. In conseguenza, le resistenze causate dalle situazioni si indeboliscono progressivamente. Questa Acqua Diamante permette un miglioramento del paesaggio individuale e delle sue proiezioni sullo schermo delle situazioni vissute o da vivere.
Per coloro che metteranno delle intenzioni, sarà sufficiente centrarsi ed esprimere ad alta voce le intenzioni, che siano poco numerose e ben mirate, tenendo in mano il bicchiere di Acqua Diamante.
Potete aggiungere un'intenzione mirata per dare sollievo ad un male passeggero, una collera da calmare, dei chakra da ripulire, ecc. Occorre sapere che i problemi di ordine fisico sono il risultato finale di tutto un insieme di disarmonie nei pensieri, nelle emozioni, nell'alimentazione, eccessi, stress, ecc Dunque, prima che si produca un sensibile miglioramento, bisognerà considerare delle prese di coscienza.
Quando non comprendete certe cause, e persistono confusione e dubbi, chiedete all'Acqua Diamante lucidità e discernimento.
«Mi è stato mostrato come, con gli encoder DNA 850, si poteva creare un metodo per trasmutare le memorie cellulari, le quali entrano in un processo di autotrasformazione.
È sufficiente creare una piramide eterica nella quale la persona, passivamente, è seduta, mentre la persona che conduce opera con gli encoder sul cristallo in uno spazio di circa 2 metri per 2, per un periodo di circa 45 minuti. Già dalla prima seduta circa il 50% delle memorie entra in un processo di auto-trasmutazione; ci vogliono 21 giorni per arrivare al termine di questo lavoro interiore. La pulizia ha un'influenza positiva pari al 90% sui corpi mentali ed emozionali, all' 80% sul corpo eterico e al 60% sul corpo fisico.


È chiaro che l'efficienza di questo lavoro dipende molto dall'età e dal livello iniziatico raggiunto dalla persona.»

Joël Ducatillon


per saperne di più...

Approfondimenti

Di seguito sono riportati gli articoli, i documenti o i filmati che ti permetteranno di saperne di più sull'Acqua Diamante.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...